ESTRATTO 05 DEPURATIVO SOLARE – 500ml

26,00

Descrizione

BIG_05-depurativo-solare-500_big

 

 

ESTRATTO 05 DEPURATIVO SOLARE – 500ml

Descrizione: Integratore alimentare senza alcool, senza zuccheri, senza conservanti, senza glutine.

Indicato per:

– Pelle grassa e Pelle opaca

– Capelli e unghie fragili

– Prima delle lampade abbronzanti

– Prima e durate l’esposizione solare

– Macchie solari, eritemi e irritazioni

– Da abbinare a trattamenti viso (purificanti, sfiammanti, anti-age)

Caratteristiche del prodotto: Un’equilibrata esposizione ai raggi solari è un aiuto importante per la bellezza della pelle. Oltre a donarle un aspetto piacevolmente dorato, il sole rende la pelle più liscia e vellutata, aiutandola a liberarsi dalle impurità. Un’attività efficacemente coadiuvata dall’estratto depurativo solare, un sogno di bellezza e salute.

 

Disponibile in flacone da 30 ml – 500 ml.

 

 

Effetto fisiologico:

Sambuco: regolarità del processo di sudorazione, drenaggio dei liquidi corporei; Calendula: trofismo e funzionalità della pelle; Tarassaco: funzioni depurative dell’organismo.

 

Ingredienti:

Estratto acquoso di erbe amare 70%: Sambuco (Sambucus nigra L.) fiore, Calendula (Calendula officinalis L.) fiore, Tarassaco (Ta- raxacum officinale (D.C.) Web.) radice, Anice (Pimpinella anisum L.) frutto, Carciofo (Cynara scolymus L.) foglia, Lavanda (Lavan- dula hybrida Rev.) fiore, Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) radice, Altea (Althaea officinalis L.) foglia, Margherita (Bellis perennis L.) capolini, Marrubio (Marrubium vulgare L.) erba, Melissa (Melissa officinalis L.) foglia, Polmonaria (Pulmonaria officinalis L.) foglia, Salsapariglia (Smilax medica Schl. et Cham.) radice, Tiglio (Tilia platyphyllos Scop.) fiore, Uva ursina (Arctostaphylos uva ursi L.) foglia. Acqua, aromi. Colorante: caramello semplice.

 

Consigli d’uso:

Per una bevanda coadiuvante diluire 30 ml in 500 ml d’acqua da bere prima e durante l’esposizione al sole, in sauna o da vapo- rizzare sulla pelle.

Controindicazioni:

Tenere lontano dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Si sconsiglia l’utilizzo del prodotto in gravidanza e durante l’allattamento.

 

1385809_672416302789838_39459175_n (1)

Piante principali:

Carciofo: Funzione epatica. Funzioni depurative dell’organi- smo. Antiossidante.
Derivati dell’acido caffeico > azione epatoprotettiva, coleretica, ipolipemizzante.

Tarassaco: Drenaggio dei liquidi corporei.

Lattoni sesquiterpenici, inulina, Sali minerali (potassio) > azione depurativa e diuretica. Calendula: Trofismo e funzionalità della pelle.
Flavonoidi > azione antinfiammatoria.

 

Composizione e quantitativo per dose consigliata:

Sambuco (2.4g), Calendula (1.8g), Tarassaco (1.8g), Anice (1.5g), Carciofo (1.5g), Lavanda (1.2g), Liquirizia (1.2g), Altea (1.2g), Margherita (1.2g), Marrubio (1.2g), Melissa (1.2g), Polmonaria (1.2g), Salsapariglia (1.2g), Tiglio (1.2g), Uva ursina (1.2g). Acqua, aromi e colorante (caramello semplice).

Descrizione piante:

Il primo gruppo di piante agisce a livello epatico, con un’azione riflessa anche sulla cute. Il Tarassaco appartiene alle Asteraceae. Responsabili dell’attività sono: lattoni sesquiterpenici, triterpeni, steroli ed inulina. L’attività della droga è duplice e si sviluppa oltre che a livello epatico anche a livello renale dove si comporta da blando diuretico. L’attività del Carciofo è svolta da derivati caffeici e flavonici (acido caffeico, acido clorogenico e cinaropicrina). L’azione è fonda- mentalmente di tipo depurativo epatico. Esistono due meccanismi d’azione distinti: aumento nella sintesi di acidi biliari e riduzione della sintesi del colesterolo endogeno. L’attività coleretica e colagoga fa del Carciofo uno stimolante della funzionalità epatica ineguagliabile. Della Liquirizia si ricordano la glicirrizina ed i flavonoidi. La glicirrizina ha attività antinfiammatoria. I flavonoidi sono una classe di molecole naturali caratterizzati dalle sottostrutture: flavonica, flavo- nolica, isoflavonica e flavononica con attività prevalentemente antiossidante e protettiva delle pareti cellulari. Questa attività è molto importante non solo a livello gastrico ed epatico, ma anche a livello cutaneo.

Il secondo gruppo di piante agisce sull’apparato gastrointestinale e urinario. Il Sambuco appartiene alle Caprifolia- ceae; la sua composizione chimica varia a seconda dell’organo della pianta preso in considerazione. I fiori sono la parte utilizzata poiché sono costituiti da antocianidine e polifenoli con attività diuretica. Questi composti agiscono espressamente aumentando il volume urinario totale. Per quanto riguarda l’Anice, il componente più rappresentativo è l’anetolo, molecola presente come costituente principale nell’olio essenziale. Attivo nelle problematiche legate alla cattiva digestione di natura nervosa o ansiosa, risulta utile in caso di meteorismo in particolar modo se accompagnato da cefalea, nausea o palpitazioni. L’Uva ursina è una Ericacea tipica dei terreni silicei. L’attività della droga viene attribuita ai glucosidi fenolici di cui il più importante è l’arbutina. Il meccanismo di biotrasformazione dell’arbutina sembra essere il seguente: l’arbutina, dopo l’ingestione, viene idrolizzata ad idrochinone dalla flora intestinale; l’idrochinone viene a sua volta coniugato dal sistema enzimatico di Fase II nel fegato a glucoronato ed esteri solfati. Questi vengono assorbiti, concentrati e metabolizzati ad idrochinone dai batteri del tratto urinario. L’idrochinone è la forma attiva dell’arbutina, che svolge attività antimicrobica a livello urinario. La Melissa è originaria dell’Asia Minore impiegata come sedativo a li- vello della mucosa gastrointestinale. Nella sua composizione si sono riconosciuti derivati di natura terpenica dall’attività sedativa, tra cui: nerale, geraniale e citronellale. L’Altea è una pianta che cresce preferenzialmente nelle zone paludose dell’Europa e del Nord America. La droga è caratterizzata da un elevato tenore in carboidrati complessi (mucillagini) che svolgono un’azione emolliente in quanto ricoprono con uno strato viscoso le pareti mucose di apparato respiratorio e digerente. La Polmonaria, per la presenza di mucillagini, presenta le medesime azioni dell’Altea. Il Tiglio, utilizzato soprattutto come spasmolitico e calmante, essendo ricco in mucillagini presenta anch’esso le medesime proprietà di Altea e Polmonaria. I fiori della Margherita, grazie alla presenza di tannini, mucillagini e flavonoidi, presentano azione antinfiammatoria, diuretica, tonica e astringente. Risultano utili come ricostituenti e come sfiammanti a livello cutaneo. Il Marrubio è una Lamiacea di cui si utilizzano fiori e sommità contenenti alcoli diterpenici, con azione espettorante e mucolitica. L’acido marrubico è fortemente coleretico e la pianta in toto è uno stimolante delle secrezioni gastriche.

Le ultime piante completano la formula del prodotto. La Calendula appartiene alla famiglia delle Asteraceae. La mag- gior parte dei componenti attivi sono saponine triterpeniche, flavonoidi (rutina, isoquercetina etc.), olio essenziale. L’at- tività svolta è antinfiammatoria, antisettica e cicatrizzante. Di notevole interesse in questo preparato è proprio l’attività risolutiva sugli edemi tissutali. La Lavanda, nota soprattutto per l’olio essenziale, possiede notevoli proprietà antisettiche e analgesiche; è particolarmente utile nel trattamento del mal di testa e delle problematiche cutanee. La Salsapariglia infine, è una pianta nota nelle formulazioni erboristiche per la presenza di saponine, le quali facilitano l’assorbimento di altri principi attivi, potenziando così l’effetto delle altre piante contenute nel fitoestratto. Troviamo inoltre un buon quantitativo di flavonoidi che possiedono azione antinfiammatoria.

etichetta-decottopia

Scrivi Recensione